Home News LEONARDO CANEPA, GIOVANE PROTAGONISTA DELLA OETZTALER
0

LEONARDO CANEPA, GIOVANE PROTAGONISTA DELLA OETZTALER

LEONARDO CANEPA, GIOVANE PROTAGONISTA DELLA OETZTALER
0
0

Il corridore del GM Europa Ovini corre con i migliori e chiude in 15/a posizione la durissima gara austriaca

Leonardo Canepa è stato uno dei protagonisti di giornata della Oetztaler, la gara austriaca ribattezzata come la più dura al mondo. 238 km e 5500 metri di dislivello sono numeri che metterebbero a durissima prova chiunque: per il GM Europa Ovini il giovane corridore ligure è stato la notizia più lieta di giornata, in quanto ha sfoderato una bellissima prestazione. Leonardo, al primo anno da Under 23, ha chiuso in quindicesima posizione al cospetto di importanti formazioni World Tour presenti al via.

Il corridore del GM Europa Ovini è stato bravo a rimanere nel gruppo dei migliori fin da subito, trovando il proprio ritmo fin dalle prime pedalate. Insieme a lui, per buona parte di gara, sono stati presenti anche il suo gemello Francesco, oltre ad Andrea Ruscetta e ad Adriano Brogi. Leonardo ha perso terreno sulla penultima discesa, mostrando però sempre una grande brillantezza in salita.

I quattro gran premi della montagna da affrontare alla Oetztaler sono tutt’altro che semplici, ma questo non ha intimorito il giovane corridore ligure. Fino a 6 km dal traguardo, inoltre, Leonardo Canepa era di nuovo a ridosso dei migliori, mettendo in luce ancora una volta le proprie doti in salita.

Al termine della gara, Canepa non ha potuto nascondere la propria soddisfazione per la bellissima prova disputata: “La corsa è durissima di suo, ma le squadre World Tour l’hanno resa ancora più dura fin da subito, imprimendo un ritmo molto alto. Mi sono prefissato di mantenere un’andatura sempre regolare, anche a costo di perdere qualcosa, in quanto la gara era molto lunga e fare un fuori giri mi sarebbe costato molto. In questo senso voglio ringraziare il direttore sportivo Dmitry Nikandrov, perché mi ha sempre dato suggerimenti su come gestirmi. Ieri non immaginavo di rimanere con i migliori quasi fino alla fine: nel finale ho pagato il mio problema con le discese, devo avere più coraggio ad affrontarle. E’ un peccato perché stavo molto bene e nell’ultima salita sarei riuscito a rimanere ancora con i migliori. La Oetztaler è stata davvero un’esperienza fantastica e sono sicuro che mi aiuterà tanto a crescere ulteriormente”.

 


ENGLISH VERSION

 

LEONARDO CANEPA, YOUNG PROTAGONIST OF OETZTALER

GM Europa Ovini’s rider race with the best and close in 15th place the tough Austrian race

Leonardo Canepa was one of Oetztaler’s day-honors, the Austrian race renamed the hardest in the world. 238 km and 5500 meters in altitude are numbers that would prove tough anyone: the GM Europa Ovini’s rider was the most happy news of the day, as he unveiled a beautiful performance. Leonardo, in the first year of Under 23, finished in fifteenth position in the presence of important World Tour formations present.

The GM Europa Ovini rider was good at staying in the best group ever since, finding their own pace since the first pedal. Along with him, for the most part, his twin Francesco was present, as well as Andrea Ruscetta and Adriano Brogi. Leonardo lost ground on the penultimate descent, but always showed a great brilliance in the ascent.

The four great mountain prizes to be dealt with at Oetztaler are far from easy, but this did not intimidate the young Ligurian rider. Up to 6 km from the finish line, Leonardo Canepa was again close to the best, highlighting once again his climbing skills.

At the end of the race, Canepa could not hide his satisfaction for the beautiful test: “The race is hard on him, but the World Tour teams have made it even harder from now on, giving a very high pace. I set myself to keep a regular track, even at the cost of losing something, as the race was very long and getting out of the way would cost me a lot. In this regard, I want to thank the sports director Dmitry Nikandrov because he has always given me suggestions on how to handle me. Yesterday I did not imagine staying with the best until the end: in the final I paid my problem with the downhill, I must have more courage to face them. It’s a shame because I was very good and in the last climb I would have managed to stay with the best. The Oetztaler was really a fantastic experience and I’m sure it will help me to grow further. “

  • Italiano